fbpx skip to Main Content

Un viaggio che esplora gran parte dei luoghi imperdibili dell’Argentina; la capitale Buenos Aires, la penisola di Valdès, fino alla fine del mondo percorrendo le avventurose strade della Patagonia, fino a Ushuaia. Il paese è semplice da girare, sia con i voli interni che con le linee di bus locali. Noi pensiamo ad organizzare tutti gli spostamenti, lasciandovi la scelta dell’itinerario studiato su misura delle vostre esigenze.

Scarica il programma


1° GIORNO: BUENOS AIRES
Arrivo all’aeroporto internazionale Ezeiza e sistemazione in hotel a Buenos Aires.
Resto della giornata libera. Si consiglia di visitare la capitale argentina e le sue strade principali: l’Avenida 9 de Julio- la via più
grande del mondo; l’avenida Corrientes con i suoi numerosi teatri, cinema, librerie e ristoranti; l’Avenida de Mayo, importante
arteria la cui influenza spagnola si nota tanto per la concezione architetturale dei suoi edifici quanto per la presenza di centri
commerciali di tipo spagnoli.
Alla visita delle vie della città si può aggiungere la visita di altri quartieri: la Boca, primo porto della città; San Telmo, un quartiere
storico che all’origine non era altro che una piccola via che univa la Piazza Mayor al porto e la Recoleta.
Pernottamento in hotel.
Pranzo e cena liberi.


2° GIORNO: BUENOS AIRES – TRELEW – PUNTA TOMBO – PUERTO MADRYN
Colazione in hotel.
Trasferimento libero all’aeroporto nazionale J. Newberry e volo (non incluso) per Trelew.
Arrivo a Puerto Madryn e sistemazione in hotel.
Per questa giornata si consiglia la visita della riserva di Punta Tombo, a circa 107 km a sud di Trelew. La Riserva di Punta Tombo
è formata da una colonia di pinguini, la più grande al mondo. In questo luogo in alcuni periodi dell’anno, è possibile avere una
concentrazione di un milione di pinguini di Magellano. Negli anni ’70 questi pinguini erano in via di estinzione, pertanto il governo
argentino ha disposto che Punta Tombo diventasse un’area protetta.
Pernottamento in hotel.
Pranzo e cena liberi.


3° GIORNO: PENISOLA DI VALDES – PUERTO MADRYN
Prima colazione in hotel. Giornata libera.
Si consiglia di visitare la Penisola di Valdés, una delle riserve animali più importanti al mondo. Nella riserva vivono leoni marini,
delfini, orche, guanacos, ñandues” (struzzi della Patagonia) e volpi grigie. Nella riserva si trova anche il museo di Scienze Naturali
dove si viene informati sulla flora, fauna, geografia e storia della regione.
Pranzo e cena liberi.
Pernottamento in hotel a Puerto Madryn.


4° GIORNO: PUERTO MADRYN – TRELEW – USHUAIA
Colazione in hotel.
Trasferimento libero all’aeroporto di Trelew e volo domestico (non incluso) per Ushuaia.
Arrivo a Ushuaia e sistemazione in hotel.
Pranzo e cena liberi.
Pernottamento in hotel.


5° GIORNO: USHUAIA
Colazione in hotel.
Giornata libera. Si consiglia la visita al Parco Nazionale di Lapataia al confine con il Cile, dove si vedranno bellissimi scenari con
picchi innevati, laghi e torrenti, sino ad arrivare in una zona dove i primi abitanti, gli indios Ona, usavano accendere grandi fuochi,
da cui il nome “Terra del Fuoco”, dato dai primi colonizzatori.
In alternativa, è possibile una navigazione sul canale di Beagle. Si potranno vedere diverse colonie di leoni marini e varie specie
di uccelli acquatici. Durante la navigazione si potrà osservare l’affascinante panorama della città di Ushuaia, della costa e delle
isole di questa terra alla “fine del Mondo”.
Pranzo e cena liberi.
Pernottamento in hotel ad Ushuaia.


6° GIORNO: USHUAIA – EL CALAFATE
Colazione in hotel.
Trasferimento libero all’aeroporto di Ushuaia e volo (non incluso) per El Calafate.
Arrivo a El Calafate e sistemazione in hotel.
Pranzo e cena liberi. Pernottamento in hotel.


7° GIORNO: PERITO MORENO – EL CALAFATE
Colazione in hotel. Giornata libera.
Si consiglia la visita del ghiacciaio Perito Moreno, all’interno del Parco Nazionale Los Glaciares. Questo parco fu creato nel 1937
con lo scopo di conservare e proteggere le specie naturali di questa regione. Si estende su una superficie di 600.000 ettari e nel
1981 venne dichiarato Monumento Naturale del Patrimonio Mondiale dall’UNESCO.
Il Perito Moreno è uno dei ghiacciai nel mondo che continuano ad avanzare nelle acque del Lago Argentino. All’interno del parco,
il ghiacciaio può essere ammirato da passerrelle costruite appositamente per godere al meglio del panorama. In aggiunta, si può
effettuare una navigazione per avvicinarsi ancora di più al ghiacciaio.
Pranzo e cena liberi.
Pernottamento in hotel a El Calafate.


8° GIORNO: LAGO ARGENTINO – EL CALAFATE
Colazione in hotel.
Giornata libera. Per questa giornata, si suggerisce un’escursione sul Lago Argentino. Il ghiacciaio Upsala è uno dei più importanti
del Parco Nazionale Los Glaciares. Navigare sul Lago Argentino tra gli iceberg e le montagne circostanti costituisce una
combinazione equilibrata e molto piacevole di natura, avventura e storia. I tragitti incorniciati dalla Cordigliera delle Ande, dai
ghiacciai e dal Lago Argentino, ci mettono in contatto con un ambiente naturale, unico e remoto.
Pranzo e cena liberi.
Pernottamento in hotel a El Calafate.


9° GIORNO: EL CALAFATE – BUENOS AIRES
Colazione in hotel.
Trasferimento libero all’aeroporto di El Calafate e volo (non incluso) per Buenos Aires.
Arrivo nella capitale argentina e sistemazione in hotel.
Pranzo e cena liberi.
Per la serata si consiglia di partecipare a una cena in uno dei tanti ristoranti di Buenos Aires dove è previsto anche uno
spettacolo di tango, per ammirare da vicino una tradizione tipica dell’Argentina.
Pernottamento in hotel.


10° GIORNO: BUENOS AIRES
Colazione in hotel.
Trasferimento libero all’aeroporto internazionale di Buenos Aires.

QUOTE A PERSONA (minimo 2 persone) partenze libere

ARGENTINA ZAINO IN SPALLA

10 giorni / 9 notti dal 01/01/2017 al 31/12/2018
partenze libere
quota a persona in camera doppia € 700 (solo tour)
Quota voli intercontinentali e interni su richiesta.

Le quote comprendono:

9 pernottamenti in hotel con trattamento di prima colazione
Le quote non comprendono:

Voli intercontinentali e interni
Trasferimenti
Pasti/cene non indicati
Bevande ai pasti
Extra in genere
Mance
Quota gestione pratica obbligatoria € 55 adulti (bambini 2-12 anni € 25) che include la polizza medico/bagaglio ERV

BUENOS AIRES
Descrizione: Buenos Aires è la capitale e la maggiore città dell’Argentina con quasi tre milioni di abitanti (14 milioni nell’area metropolitana). È una delle più grandi metropoli sudamericane, la seconda in America Latina e la seconda dell’emisfero sud dopo San Paolo ed è sede di uno dei maggiori porti del continente. È chiamata anche per brevità Baires.
Buenos Aires è stata fondata nel 1580 da Juan de Garay e successivamente fece parte del Vicereame del Perù. Nel 1776 fu designata capitale del Vicereame del Río de la Plata, che si era appena costituito, dal re di Spagna. Durante la prima delle invasioni britanniche, avvenuta nel 1806, la città fu occupata dalle forze britanniche e rimase per 45 giorni sotto la bandiera del Regno Unito. Nel 1810 ci fu la Rivoluzione di Maggio, che spodestò il viceré e diede inizio alla guerra d’indipendenza.
Plaza de Mayo è il centro della città: vi si affacciano la Casa Rosada, sede presidenziale e la Catedral Metropolitana (primi anni dell’Ottocento). Particolarmente interessanti, come musei, sono il MALBA (Museo de Arte Latinoamericano de Buenos Aires), inaugurato nel 2001, con importanti collezioni di arte latino-americana, e il Museo Nacional de Bellas Artes, che raccoglie opere di artisti nazionali del XIX e XX secolo, oltre ad alcune tele di importanti pittori europei. Molto significativo è il Museo de la Immigracion, ricavato in quella che fu la Casa dell’Immigrato (destinata un tempo ad accogliere i nuovi arrivati europei): vi si conservano testimonianze della lunga, intensa e travagliata storia dell’immigrazione in Argentina.

EL CALAFATE
Descrizione: El Calafate è una città dell’Argentina nella Patagonia meridionale. È situata sulla riva meridionale del Lago Argentino, nella parte sud-occidentale della provincia di Santa Cruz, circa 320 km a nord-ovest di Río Gallegos, il capoluogo. Il suo nome deriva da un piccolo arbusto dai fiori gialli molto comune in Patagonia, con bacche di colore blu scuro: il calafate; è un termine mutuato dalla lingua tehuelche.
La storia di El Calafate ebbe inizio nei primi decenni del XX secolo; in origine, costituiva semplicemente un rifugio per i commercianti di lana. Fu fondata ufficialmente nel 1927 dal governo argentino per promuovere un incremento della popolazione. Ma il piccolo villaggio, già fornito di energia elettrica, non crebbe finché non fu creato il parco nazionale, e furono costruite strade migliori per raggiungerlo.
El Calafate è un’importante meta turistica, essendo punto di partenza per la visita di diversi punti d’interesse del Parco Nazionale Los Glaciares, fra i quali il ghiacciaio Perito Moreno (uno dei più visitati al mondo), il Cerro Chaltén e il Cerro Torre.

GHIACCIAIO PERITO MORENO
Descrizione: Il ghiacciaio Perito Moreno è un ghiacciaio situato nel Parco nazionale Los Glaciares, nella parte sud-occidentale della provincia di Santa Cruz, in Argentina. È una delle più importanti attrazioni turistiche della Patagonia argentina. La formazione di ghiaccio, che si estende per 250 km² e per 30 chilometri in lunghezza, è uno dei 48 ghiacciai alimentati dal Campo de Hielo Sur, facente parte del sistema andino, condiviso con il Cile. Questo ghiacciaio continentale è la terza riserva al mondo d’acqua dolce. Il ghiacciaio, situato a 78 km dalla località turistica El Calafate, prende il proprio nome dall’esploratore Francisco Moreno, un pioniere che studiò la regione nel XIX secolo e giocò un ruolo di primo piano nella difesa del territorio argentino nel conflitto sorto intorno alla disputa sul confine internazionale con il Cile.
La particolarità del Perito Moreno è che è un ghiacciaio in movimento. Il fronte del Perito Moreno è formato da una lingua anteriore lunga circa 5 km che si staglia per oltre 60 m sul lago Argentino. Il movimento è dovuto all’esistenza alla base del ghiacciaio di una sorta di cuscino d’acqua che lo tiene staccato dalla roccia. A causa di tale movimento si registra un avanzamento del ghiaccio di circa 2 metri al giorno. Quando poi il fronte del Ghiacciaio raggiunge l’altra sponda del lago Argentino, dove si trova una piccola penisola chiamata “Penisola de Magallanes”, forma una diga naturale che separa le due metà del lago e il fronte glaciale si trova pressoché equamente diviso a 2,5 km per lato.

LAGO ARGENTINO
Descrizione: Il lago Argentino è un lago d’acqua dolce situato nella provincia di Santa Cruz, nella Patagonia meridionale. È il lago più grande dell’Argentina, con una superficie di 1.415 km². Il lago giace all’interno del Parco Nazionale Los Glaciares, in un paesaggio ricco di ghiacciai ed è alimentato dalle acque di origine glaciale di diversi fiumi, dall’acqua proveniente dal Lago Viedma, portata dal fiume La Leona, e da molti ruscelli montani.

PENISOLA DI VALDES
Descrizione: La Penisola di Valdés è stata dichiarata nel 1999 Patrimonio dell’Umanità per l’UNESCO, nella categoria di Paesaggio Naturale. Geograficamente situata nella provincia di Chubut, nella Patagonia, si getta nelle acque blu dell’Oceano Atlantico formando così il Golfo Nuevo ed il Golfo San José. I suoi 4.000 km2 sono abitati dalla più variata avifauna delle coste della Patagonia. Protagonista assoluta di questo santuario naturale è la Balena Franca Australe (che arriva ogni anno tra i mesi di giugno e ottobre). È accompagnata dai delfini, orche, leoni marini, pinguini di Magellano e una grande varietà di uccelli e fauna terrestri.
Scarsamente abitata dagli uomini, questa terra arida dove si fonde il blu del cielo con il blu intenso delle sue acque, è territorio di guanachi, nandù e una grande varietà di specie di uccelli marini. Sulle rocce costiere, i cormorani estendono le loro ali ed i leoni marini prendono lunghi pisolini sotto il sole. Gli elefanti marini anche partecipano a questo riposo, trascinando con parsimonia i loro enormi corpi. E ai bordi della Penisola, dove il mare è aperto e intrigante, c’è il regno delle magnifiche orche.

PUERTO MADRYN
Descrizione: Puerto Madryn è una della città della provincia del Provincia di Chubut, nella Patagonia argentina. È il capoluogo del dipartimento di Biedma, ed ha una popolazione di circa 58.000 abitanti. La città fu fondata il 28 luglio 1865, quando 150 immigrati gallesi, giunti con la nave The Mimosa, chiamarono il porto naturale Puerto Madryn in onore di Sir Love Jones-Parry, la cui tenuta in Galles era chiamata “Madryn”. L’insediamento si sviluppò grazie al tratto di ferrovia costruito fra Madryn e Trelew da immigrati gallesi, italiani e spagnoli.
Puerto Madryn è protetta dal Golfo Nuevo, formato dalla penisola di Valdés e da Punta Ninfas. La città è il punto di partenza ideale per visitare le attrazioni naturali offerte dalla costa e dalla penisola di Valdés.

PUNTA TOMBO
Descrizione: L’Area Naturale Protetta Punta Tombo riceve ogni anno, tra i mesi di settembre e aprile, la più grande colonia continentale di pinguini di Magellano del mondo. Situata lungo l’Oceano Atlantico, circondata da estancias dedicate alla produzione di lana, è il sito scelto dai pinguini per riprodursi. Affacciati sul mare, mezzo milione di pinguini badano i loro nidi dai predatori, cercano il cibo (piccoli pesci, alici e calamari) per i loro cuccioli, riempiscono l’aria con le loro grida e macchiano il paesaggio in bianco e nero. I periodi migliori per guardarli sono la mattina e la sera, quando non fa molto caldo e i pinguini aumentano la loro attività.

TRELEW
Descrizione: Nella valle dei Rio Chubut in Patagonia, fondata nel 1884 da coloni gallesi come nodo ferroviario di collegamento tra la valle del Chubut e le spiagge del golfo Nuevo, Trelew oggi è un attivo polo commerciale ed industriale. L’ex stazione ferroviaria ospita il Museo Regional Pueblo de Luis, che presenta oltre ad oggetti dell’epoca, una mostra fotografica dedicata alle varie fasi di sviluppo della ferrovia. Funge da base di partenza per la visita della Penisola di Valdes, Punta Delgada e Puerto Madryn. A Dolavon si visita il Parco Paleontologico Bryn Gwyn con numerosi fossili.

USHUAIA
Descrizione: Ushuaia, capoluogo della provincia Argentina della Provincia di Terra del Fuoco, Antartide e Isole dell’Atlantico del Sud, è la città più australe del mondo. Ushuaia si trova sulla costa meridionale dell’Isola Grande della Terra del Fuoco, in un paesaggio circondato da montagne che domina il canale di Beagle.
Di interesse è anche il Parco Nazionale della Terra del Fuoco da cui è possibile arrivare a Capo Horn noleggiando una barca. Altri luoghi turistici sono le isole nel Canale di Beagle, dove vivono uccelli, pinguini e orche. Nelle vicinanze si trova anche il Faro di San Juan de Salvamento, reso famoso da Jules Verne nel Il faro in capo al mondo. È anche un punto chiave d’accesso alle regioni meridionali; riceve regolari voli da Buenos Aires (all’Aeroporto Internazionale di Ushuaia) e navi crociere che visitano le Isole Falkland (Islas Malvinas) e l’Antartide. Nei pressi ci sono anche delle stazioni sciistiche. La città si trova vicina al 55° parallelo, il che implica che nelle notti dei giorni vicini al solstizio d’inverno, il Sole non scenda mai di più di 12 gradi al di sotto dell’orizzonte, permettendo di intravedere uno scorcio di luce anche nella totalità delle ore notturne ed in particolare a mezzanotte.
Fill out my online form.
Back To Top