fbpx skip to Main Content

Itinerario in Vietnam creato per chi ama viaggiare “zaino in spalla”, in modo indipendente, alla scoperta di tradizioni, colori e sapori locali; senza il vincolo di un gruppo organizzato e con la possibilità di scegliere quando usufruire delle guide locali usando i mezzi pubblici.

Scarica il programma


1° GIORNO : HANOI
Arrivo all’aeroporto di Hanoi. Formalità doganali. Trasferimento libero in hotel. Check in e pernottamento.
Pasti: cena libera.
Località: HANOI


2° GIORNO: HANOI
Giornata a disposizione
Si consiglia: visita del mercato di Hanoi, in una coinvolgente commistione di sapori, luci, voci e colori, visita della città di Hanoi e in particolare: la pagoda di Tran Quoc e il Tempio della Letteratura, un tempo “Prima Università del Vietnam”.
Visita del Museo dell’Etnografia (chiuso il lunedì). Pernottamento ad Hanoi.
Pasti: prima colazione in hotel, pranzo e cena liberi.
Località: HANOI


3° GIORNO: HANOI
Giornata a disposizione.
Pernottamento ad Hanoi.
Pasti: prima colazione in hotel, pranzo e cena liberi.
Località: HANOI


4° GIORNO: BAIA DI HALONG

Prima colazione in hotel
Partenza in mattinata per Halong (180 kms – 4 ore di strada), si consiglia di prenotare il bus la sera prima.
Arrivo ad Halong. Pernottamento in Giunca ad Halong Bay. Pasti: prima colazione in hotel, pranzo libero e cena a bordo.
Località: HALONG


5° GIORNO: BAIA DI HALONG – VOLO PER HOI AN
Si consiglia ai viaggiatori di svegliarsi all’alba per ammirare le bellezze della baia al mattino.
Trasferimento libero per aeroporto di Hanoi e imbarco sul volo per Danang/Hoi An.
Trasferimento libero in hotel. Check in e pernottamento ad Hoi An.
Pasti: prima colazione in Giunca, pranzo e cena liberi.
Località: HALONG / HOI AN


6° GIORNO: HOI AN
Si consiglia visita della cittadina di Hoi An (antico villaggio), riconosciuta dall’Unesco come patrimonio mondiale dell’umanità. Passeggiata per le stradine della città alla scoperta delle case cinesi risalenti a più di due secoli fa. Pernottamento ad Hoi An.
Pasti: prima colazione in hotel, pranzo e cena liberi.
Località: HOI AN


7° GIORNO: HOI AN – HUE
Si consiglia la visita del complesso dei templi Cham riconosciuto dall’UNESCO come Patrimonio mondiale dell’umanità. Questo complesso è un luogo religioso risalente ai periodi dal IV al XIII secolo del Regno Cham.
Nel pomeriggio, partenza in direzione di Hue. Pernottamento a Hue.
Pasti: prima colazione in hotel, pranzo e cena liberi
Località: HOI AN / HUE


8° GIORNO: HUE
Si consiglia visita alla pagoda di Thien Mu. Sosta per la visita di una casa con un giardino tipico della città di Hue costruita secondo le antiche norme della geomanzia: sarete avvolti da una piacevole sensazione di serenità e pace. Visita della pagoda e, a seguire il mausoleo di Minh Mang. Durante il pomeriggio visita della Cittadella Imperiale e del mercato locale di Dong Ba mercato locale di Dong Ba dove vengono venduti i prodotti locali di frutta e verdura.
Hue e` un simbolo della cultura e della storia del Vietnam. Una delle caratteristiche della cultura di Hue è la gastromia. La cucina di Hue conserva tutt’oggi l’influenza dalla gastronomia reale, perciò molto variegata negli ingredienti e con una grande attenzione all’arte della presentazione dei piatti. Trasferimento libero per aeroporto e imbarco sul volo per Ho chi Min. Trasferimento libero in hotel. Check in e pernottamento a Ho Chi Min.
Pasti: prima colazione in hotel, pranzo e cena liberi.
Località: HUE


9° GIORNO: HO CHI MIN
Si consiglia la visita del quartiere cinese di Cho Lon, in particolare il mercato Binh Tay e la pagoda Thien Hau, l’Ufficio Postale, la Cattedrale Notre-Dame e la via Dong Khoi, museo di FITO: oasi di pace nella caotica capitale commerciale del Paese, questo museo racchiude in sé la storia della fitoterapia – una pratica medica ancestrale tutt’ora radicata in Vietnam. Pernottamento a Ho Chi Min.
Pasti: prima colazione in hotel, pranzo e cena liberi
Località: HO CHI MINH CITY


10° GIORNO: HO CHI MIN – BEN TRE
Si consiglia di partire per Ben Tre e di visitare le attività quotidiano lungo il fiume come la pesca, il trasporto dell’acqua, e le botteghe che lavorano il cocco lungo il canale, i tessitori di tappeti. gustando del tè e della frutta.
Rientro ad Ho Chi Min. Pernottamento.
Pasti: prima colazione in hotel, pranzo e cena liberi.
Località: HO CHI MINH CITY / BEN TRE


11° GIORNO: HO CHI MIN – FINE DEI SERVIZI
Dopo la prima colazione, check out. Fine dei servizi.
Località: HO CHI MINH CITY

QUOTE A PERSONA (minimo 2 persone)

VIETNAM ZAINO IN SPALLA

11 giorni /10notti

dal 01/01/2019 al 31/12/2019
minimo 2 persone
 
quote a persona in camera doppia Da €750

Quota voli intercontinentali e interni su richiesta.
Le quote comprendono:

  •        pernottamenti in hotel di categoria superior con trattamento di BB
  •         voli interni Hanoi-Danang e Danang – Ho Chi Min con tasse aeroportuali

e bagaglio da stiva incluso

  •         Assicurazione medico/bagaglio (massimale spese mediche €10.000, bagaglio €500)

Le quote non comprendono:

  • voli intercontinentali
  •         tutti i trasporti interni
  •         pasti/cene non indicati
  •         bevande ai pasti
  •         extra in genere
  •         mance
  •         visti di ingresso nei paesi visitati
  •         assicurazione annullamento facoltativa 4% sul costo del viaggio

VIETNAM – INFORMAZIONI UTILI

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA PER L’INGRESSO DEL PAESE

Passaporto: per l’ingresso in Vietnam è necessario disporre di un passaporto con validità residua di almeno 6 mesi. Per le eventuali modifiche relative alla validità residua richiesta del passaporto si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata vietnamita a Roma o il Consolato Onorario vietnamita a Torino (competente solo per la Regione Piemonte) o presso il proprio agente di viaggio.

Visto d’ingresso: non necessario per soggiorni fino a 15 giorni e ingresso singolo, fino al 30 giugno 2021. 
Il 17 maggio 2018, infatti, è stato esteso il provvedimento governativo, già in vigore dal 1 luglio 2015 e rinnovato nel 2016 e nel 2017, che prevede l’esenzione unilaterale dall’obbligo del visto d’ingresso in Vietnam, senza distinzione per tipologia di passaporto o motivo della visita, limitatamente alla fattispecie di un ingresso singolo della durata massima di 15 giorni.
Il visitatore che, a seguito di questo primo ingresso, volesse tornare in Vietnam, potrà farlo:
– solo dopo che siano decorsi almeno 30 giorni, per un secondo ingresso alle stesse condizioni (ingresso singolo della durata massima di 15 giorni), senza obbligo di chiedere il visto.
– con l’obbligo di acquisire il visto, nel caso in cui il visitatore intenda far rientro in Vietnam prima che siano decorsi i 30 giorni dal precedente ingresso in esenzione.
L’acquisizione del visto d’ingresso rimane necessaria per soggiorni con ingresso singolo superiore ai 15 giorni o per soggiorni con ingresso multiplo. Il visto può essere richiesto:
1) presso l’Ambasciata del Vietnam in Italia;
2) collegandosi al sito https://immigration.gov.vn ed espletando la procedura di emissione del visto online, in base ad una nuova sperimentazione entrata in vigore il 1 febbraio 2017 valida per soggiorni compresi fra 16 e 30 giorni (per soggiorni superiori ai 30 giorni e’ possibile ricorrere solo alle procedure di cui al punto 1 o al punto 3);
3) all’arrivo in aeroporto (c.d. “visa on arrival”), con un costo aggiuntivo per il servizio, esclusivamente a condizione che: nel Paese di provenienza non vi sia una Ambasciata vietnamita; per ingressi di emergenza, dovuti a ragioni umanitarie e missioni tecniche; il visto sia richiesto da un’Agenzia di viaggio vietnamita accreditata presso le Autorità locali, con una speciale procedura (a pagamento) che puo’ richiedere un paio di giorni. 
Nel caso del visa on arrival il visitatore dovrà presentarsi all’apposito sportello presso gli aeroporti internazionali munito di fotografie formato tessera e di copia dell’autorizzazione alla concessione del visto rilasciata dal Dipartimento Immigrazione del Ministero della Pubblica Sicurezza del Vietnam. Tale documento dovrà essere inoltrato via fax o via e-mail ai visitatori dall’agenzia turistica di appoggio vietnamita prima della data di partenza. In assenza di tale documentazione la compagnia aerea prescelta potrebbe rifiutare l’imbarco.
Si segnala, inoltre, che all’arrivo nel Paese al visitatore (indipendentemente dalla tipologia di visto e di passaporto) potrebbe essere richiesto di compilare un formulario doganale (Arrival/Departure Card) ed uno sanitario, da esibire alle Autorità di polizia al momento dell’ingresso in Vietnam, da conservare durante il soggiorno e da presentare al momento della partenza dal Vietnam.
Se si prevede di rimanere per un ulteriore periodo rispetto alla scadenza del visto, occorrerà richiedere, mediante agenzia e con adeguato anticipo, l’estensione del visto stesso. Non sarà altrimenti possibile uscire dal Paese e si sarà soggetti al pagamento di una sanzione amministrativa. 

Si attira anche l’attenzione su una fattispecie sempre piu’ frequente che puo’ causare spiacevoli inconvenienti, cioe’ quella di connazionali che, dopo aver trascorso alcuni giorni in Vietnam in esenzione di visto, si recano per brevi soggiorni in Laos o Cambogia e intendono poi entrare nuovamente in Vietnam senza visto per prendere il volo di rientro in Italia. A tale proposito e’ quindi utile ribadire che l’esenzione dal visto per soggiorni massimi di 15 giorni e’ valida per un ingresso singolo e che non e’ consentito uscire dal Paese e rientrare senza visto a meno che non siano trascorsi 30 giorni. Altrimenti, i connazionali che intendano seguire tali itinerari dovranno necessariamente munirsi di visto per il secondo ingresso in Vietnam.

Si segnala, infine, che, ai sensi della vigente normativa vietnamita, l’isola di Phu Quoc gode di un particolare status di autonomia amministrativa ed ha facolta’ di applicare un regime di visti in parte differente da quello nazionale. Per questo motivo, ad ogni cittadino straniero che giunga dall’estero direttamente sull’isola le Autorita’ di immigrazione apporranno un timbro che consente la sola permanenza sull’isola fino a 30 giorni senza necessita’ di visto. Tale tipologia di trattamento inibisce tuttavia la possibilita’ per i cittadini italiani di recarsi da Phu Quoc in altre parti del Vietnam continentale usufruendo dell’esenzione standard dal visto per i 15 giorni. In questa circostanza, infatti, diviene obbligatorio richiedere formalmente un visto di ingresso nel Vietnam continentale.

Pertanto, coloro che giungono dall’estero direttamente a Phu Quoc e intendano poi visitare altre parti del Paese sono invitati a dichiarare immediatamente alle Autorita’ di immigrazione dell’Aeroporto di Phu Quoc (se necessario, esibendo successive prenotazioni aeree o alberghiere) che la durata complessiva del loro soggiorno nel Paese sarà di massimo 15 giorni, affinche’ queste ultime appongano sul passaporto un apposito timbro (di esenzione da visto fino a 15 giorni) che consentirà di viaggiare anche nel Vietnam continentale.

In caso di furto o smarrimento del passaporto: vedere “Avvertenze” sotto indicate alla sezione SICUREZZA.

Formalità valutarie e doganali: all’arrivo in Vietnam, ai viaggiatori potrebbe essere richiesto di compilare una dichiarazione doganale su un apposito modulo, consegnato prima dell’arrivo in aeroporto o disponibile ai posti di frontiera. Una volta vistata e timbrata, tale dichiarazione dovrà essere conservata sino al momento dell’uscita del Paese, quando dovrà essere riconsegnata alle Autorità doganali. Somme di denaro contante superiori a 7000 USD vanno dichiarate. E’ necessario dichiarare all’arrivo anche l’eventuale possesso di metalli preziosi, gioielli, macchine fotografiche e apparecchiature elettroniche. Il bagaglio può essere ispezionato senza preavviso e senza autorizzazione. Le autorità doganali, ai sensi della vigente normativa locale, possono procedere al sequestro di documenti, cassette audio e video, compact disc, dvd e libri ritenuti di carattere politico, religioso o pornografico. In quest’ultimo caso può anche essere applicata una cospicua sanzione pecuniaria. 

La legge vietnamita pone restrizioni all’esportazione di antichità e gli oggetti acquistati possono essere oggetto di sequestro al momento della partenza. Per tali tipologie di beni occorre richiedere un’apposita autorizzazione al Ministero della Cultura vietnamita. E’ vietata l’importazione di qualsiasi tipo di arma o parte di essa e di relative munizioni.

FUSO ORARIO:

+ 6 ore in più rispetto all’Italia (+5 quando in Italia vige l’ora legale)

LINGUA:

vietnamita. Poco diffusa la conoscenza della lingua inglese, ad eccezione delle strutture ricettive e dei ristoranti internazionali delle principali città e delle zone frequentate dai turisti.

RELIGIONE:

buddista (9.3%); cattolica-evangelica (6.7%); altro (3.2%).

MONETA:

La moneta del Vietnam è il dong, non convertibile fuori dal Paese. 
I dollari americani sono comunemente accettati per le transazioni correnti (eccezion fatta per gli uffici delle amministrazioni pubbliche), ed è diffuso l’utilizzo delle carte di credito (Visa, Master Card, American Express, Maestro), soprattutto nei grandi alberghi, nei ristoranti con clientela internazionale, negli esercizi commerciali di fascia medio-alta e per il servizio taxi delle principali compagnie. Ai pagamenti effettuati con le carte di credito viene spesso applicata una commissione aggiuntiva che si attesta attorno a un minimo compreso tra il 2 ed il 5 %. Possono essere utilizzati anche i traveller’s cheques e nelle principali città è possibile effettuare prelievi di contante con carta di credito presso un numero crescente di sportelli automatici. 

TELEFONIA:

0084-24 per Hanoi; 0084-28 per Ho Chi Minh City.

La copertura per telefoni cellulari GSM a 900 mhz è soddisfacente nelle maggiori città del Paese e nelle zone costiere. E’ attivo ma non sempre affidabile, il servizio di roaming internazionale per le utenze dei principali operatori italiani anche se con costi particolarmente elevati. Sono facilmente reperibili schede ricaricabili vietnamite a costi contenuti, che consentono di effettuare chiamate verso l’Italia con tariffe molto ridotte.

Internet (incluso il wifi) è diffuso in tutto il Paese. Nella maggior parte delle località sono disponibili Internet Caffè, con accesso a terminali a prezzi molto contenuti.

CLIMA

Il Vietnam si estende per circa 1800 km in latitudine e il clima nelle due principali città, Hanoi al nord e Ho Chi Minh City (l’ex Saigon) al sud, presenta caratteristiche molto diverse con temperature più elevate nelle regioni meridionali. Il tasso di umidità è molto alto in tutto il Paese e tende ad accrescere la percezione di caldo e di freddo nelle differenti stagioni. Possibili fenomeni ciclonici possono interessare diverse zone del Paese in particolare tra giugno e ottobre/novembre, nella stagione delle piogge. Nella maggior parte dei casi si tratta, comunque, di fattispecie di formazione e provenienza esterna che, quando raggiungono il Paese, si manifestano piuttosto sotto forma di tempeste tropicali la cui violenza varia a seconda dell’area e del periodo temporale.   

VACCINAZIONI OBBLIGATORIE

Obbligatoria la vaccinazione contro la febbre gialla per i viaggiatori di età superiore a un anno, se si proviene da un Paese dove la febbre gialla è a rischio trasmissione.

BEN TRE

Ben Tre è una provincia del Vietnam, della regione del Delta del Mekong. Il territorio è attraversato da un ampio numero di fiumi minori e canali, l’abbondanza di irrigazione fa sì che la provincia sia una delle maggiori zone di produzione di riso.

HALONG

È un’insenatura di rara suggestione situata nel golfo del Tonchino, in territorio vietnamita. Fa parte della provincia di Quang Ninh e comprende circa 2000 isolette calcaree con numerose grotte carsiche. La baia si trova 164 km ad est della capitale Hanoi, non lontano dal confine con la Cina. In lingua vietnamita il termine “H? Long” significa “dove il drago scende in mare”. Dal 1994 è un patrimonio dell’umanità dell’UNESCO.

HANOI

Hanoi, capitale politica del Vietnam, significa in vietnamita “al di qua del fiume” ed è adagiata lungo la sponda del Fiume Rosso, che nel corso del tempo, a causa di alluvioni e cambi di percorso, ha dato vita a diversi laghi costellati da isolette che caratterizzano il paesaggio urbano. E’ abitata da circa un milione di abitanti. Capitale imperiale fin dal 1010 e durante la dinastia Le dal 1428 al 1788, riprese il suo ruolo nell’Indocina francese durante il periodo coloniale dal 1902 al 1953, per diventare infine la capitale politica del Paese dopo la riunificazione nel 1976.
Hanoi si presenta come una tipica città francese d’ inizio secolo, con lunghi viali, parchi e costruzioni che richiamano appunto lo stile francese, retaggio della dominazione coloniale. Non mancano però aspetti che richiamano la secolare cultura asiatica. Malgrado i bombardamenti subiti dalla città infatti, buona parte dei suoi edifici storici sono ancora in discrete condizioni. Un’immagine tipica dell’antica architettura vietnamita è fornita dal Tempio della Letteratura, dedicato a Confucio nel 1.070 da antichi eruditi e letterati, che qui fondarono la prima università del paese, senza tralasciare il tempio di Ngoc Son, ubicato su un’isoletta del lago Hoan Kiem.
Altre importanti attrattive storiche della capitale sono la Pagoda Mot Cot ( conosciuta come “Pagoda ad un solo pilastro”), particolarissima pagoda in legno che poggia su un unico pilastro, costruita nel 1.049 a rappresentazione della purezza del fior di loto; il Mausoleo di Ho Chi Minh, legato alla storia recente del Paese; il tempio del genio Quan Than ed il lago della Spada Restituita, circondato da alberi secolari.
E’ infine interessante andare alla scoperta dello spirito popolare della città, visitando il Museo delle Etnie e passeggiando tra negozietti colorati e vecchie botteghe all’interno del Quartiere Vecchio (XV secolo), a bordo dei tradizionali cyclò.

HO CHI MINH CITY

La città di Ho Chí Minh, già Saigon, è il centro abitato più popoloso del Vietnam. Si trova sulla sponda occidentale del fiume Saigon.

HOI AN

Hoi An è una città del Vietnam centrale situata a 30 km a sud di Da Nang. Nel 1999 la città vecchia venne dichiarata patrimonio dell’umanità dall’UNESCO, come esemplare ben conservato di porto commerciale sud-orientale tra il XV ed il XIX secolo, ed i cui edifici mostrano una fusione unica di tradizione locale ed influenza straniera. Hoi An è tuttora una città piccola, ma attrae numerosi turisti che possono trovare prodotti dell’artigianato locale e farsi fare vestiti su misura, venduti a prezzo ridotto rispetto agli standard occidentali. Molti cybercafe, bar e ristoranti sono stati aperti nelle stradine della cittadina e lungo il fiume.

HUE

Descrizione: Huè è una città del Vietnam, capoluogo della provincia di Thua Thien-Hue, nella regione della Costa del Centro-Nord, e conta circa 350 mila abitanti.
Antica capitale del Vietnam unificato dal 1802 al 1945 durante il regno dei 13 imperatori della dinastia Nguyen. A 5 km dalla città si trova la cittadella imperiale costruita nel 1687. Nel 1786 fu occupata dai ribelli Tay Son e nel 1802 fu conquistata da Già Long della dinastia dei Nguyen. Nel 1885 la città venne sottomessa dai francesi. Nel 1968 fu distrutta in gran parte durante l’offensiva del Tet.
Lungo il fiume dei profumi (Song Huong River) si trovano la Pagoda Thien Mu (1601) e le tombe imperiali. Nel 1993 il complesso dei monumenti di Hué furono dichiarati “Patrimonio dell’umanità” dall’Unesco.
Durante la guerra del Vietnam, la posizione centrale di Hué la collocava vicino al confine tra il Vietnam del Nord ed il Vietnam del Sud. La città faceva parte del Vietnam del Sud. Nell’offensiva del Tet, durante la battaglia di Hu, la città subì considerevoli danneggiamenti, molti di questi dovuti alla potenza di fuoco degli americani ed ai bombardamenti degli edifici storici, così come al massacro di Hué compiuto dalle forze nord vietnamite


Dove vuoi andare?

I dati inseriti saranno utilizzati unicamente per rispondere alla vostra richiesta (EU 679/2016)


*Campi Obbligatori

Back To Top